Honda MAANkey | Il calabrone a due ruote – RocketGarage


Una piccola “pitbike” nata per piccoli spostamenti o semplice divertimento da diporto diventa una enduro vera e si crede grande tanto da affrontare le maxi e le specialistiche

Motocicli Audaci di Cagliari colpisce ancora e crea la versione enduro del Monkey 125 per affrontare maxi e specialistiche agli eventi ufficiali di fuoristrada.

Un esordio che è andato oltre le aspettative quello della piccola ottavo di litro Honda, passata tra le mani dell’atelier MAAN – Motocicli Audaci di Cagliari che l’ha rimaneggiata mantenendone intatto l’attraction e le caratteristiche forme.

Per una moto piccola e pazza ci voleva una pilota dalla stesse caratteristiche , e chi se non il mitico riccioluto Adelio Lorenzin ? 

Un lavoro di messa a punto che ha permesso alla Monkey “MAANkey” – così è stata denominata – di affrontare senza alcun tipo di problema i 120 km di pietre e sterrato della quinta prova di Trofeo italiano Scrambler FMI composta dal trasferimento e da tre show speciali cronometrate.

Il piazzamento finale è andato oltre le aspettative: condotto da Nicola Manca di Motocicli Audaci, che ne ha anche seguito la preparazione assieme a Stefano Minerba e Matteo Murgia, ha raccolto un 2° posto nella categoria Scrambler Gentle e un 30° assoluto su 44 partenti.


I lavori di messa a punto hanno riguardato il comparto sospensioni – con il supporto di Andreani Group tramite la Energy Moto di Fabrizio Corda – e pochi e mirati interventi al motore con l’installazione dello scarico completo a passaggio alto con silenziatore SC Challenge, della centralina Sensible IAT di Belinassu e di un filtro aria più permeabile.

Nonostante i 10 CV di potenza massima e le ruote da 12 pollici, gommate per l’occasione con tassello generoso, la piccola simpaticissima Honda si è destreggiata senza mai manifestare incertezze né segni di affaticamento durante la dura prova.

Un occhio di riguardo è stato dedicato all’estetica, con una cowl serbatoio in materiale composito, un faro in stile Baja, nuovi parafanghi più alti e una sella riprofilata e più stretta che ne ha migliorato l’ergonomia e ha reso possibile stringere la moto con le ginocchia (tecnica essenziale nel fuoristrada).

Si è trattato quindi di una provocazione ma anche di un take a look at per saggiare le indubitabili qualità costruttive del Monkey di Honda lontano dalla città, suo habitat abituale, dimostrando ancora una volta la versatilità di questa straordinaria piccola moto.

Dopo il Tremendous Cub X presentato nel 2021 e la recente vittoria del contest europeo con la Honda Insurgent MaanBoard, continua la sinergia fra l’atelier cagliaritano Motocicli Audaci e Honda Motor Europe Italia.

Ora, a completamento del take a look at, la MAANKey ha preso parte, col pilota Adelio Lorenzin, allo Swank Rally in modalità competitiva, partito il 27 settembre: ulteriori 1000 km tramite i quali si sono raccolti ulteriori dati per l’affinamento del mezzo e la sua partecipazione advert eventi internazionali ancor più impegnativi e blasonati.

Il MAANKey infatti dopo aver affrontato l’impegnativo crossodromo di Malpensa, arrivando entro i primi 50, ha svolto senza alcun problema le 3 tappe successive del rally, scegliendo di affrontare, dove previsto il bypass, i tratti onerous piuttosto che le deviazioni più semplici. A causa di una caduta senza apparenti conseguenze che tuttavia ha causato la rottura di un sensore, nonostante l’intervento della fitta rete di assistenza Honda presente sul territorio, si è visto non poter completare l’ultima tappa di 200 km per through dei tempi strettissimi di reperimento del pezzo. 

Si tratta comunque di un risultato eclatante, poiché dopo aver affrontato il Trofeo Italiano Scrambler FMI e lo Swank Rally, ha sempre dato sensazioni di solidità e evidenziato grandi doti fuoristradistiche, sensazioni che fanno ben sperare per i prossimi eventi ancora più estremi, perché la Honda Mankey è una moto capace di andare oltre i limiti della fantasia.

Motocicli Audaci